Comunicazione e linguaggio

Al giorno d’oggi risulta quasi superfluo rimarcare l’importanza della comunicazione. Nel campo del sociale e della cooperazione la comunicazione è la base necessaria della raccolta fondi, il collante necessario per creare una rete solida e stabile e il viatico principale tramite cui trovare nuovi volontari.

Nella giuntura economica nella quale ci troviamo inoltre, dove scarseggiano i mezzi economici a buon mercato, una buona comunicazione può fare la differenza; oramai, anche nel sociale, non è più sufficiente svolgere la propria attività con dedizione e passione.

Ci sono due fattori che negli ultimi anni stanno acquisendo sempre maggiore importanza, il canale o i canali scelti come tramite comunicativo e il linguaggio utilizzato; entrambe le scelte che vengono fatte rispetto a queste possibilità rimangono però sempre in funzione dell’elemento centrale di ogni campagna di comunicazione: il target.

Ogni tipologia di intervento nella cooperazione e nel sociale hanno infatti le loro categorie più interessate: ci sono tipologie di attività, quali per esempio l’assistenza o la cura dei più piccoli, che possono essere considerate più trasversali, sia per quanto riguarda il ceto sociale che la professione; altre invece, come progetti di cooperazione culturale internazionale, interessano e possono coinvolgere maggiormente categorie bene definite di persone, come persone giovani e di livello di studio medio-alto.

Sapendo, tramite lo studio accurato svolto attraverso la consulenza, quale target può essere maggiormente colpito dalle vostre iniziative, possiamo creare e portare avanti una campagna di comunicazione che aumenterà a dismisura le potenzialità della vostra raccolta fondi e della ricerca di volontari.

Share on Facebook

I commenti sono chiusi