Progettazione e organizzazione

Se l’importanza della raccolta fondi e della comunicazione ad oggi non hanno la necessità di essere sottolineate, così non si può dire per quanto riguarda gli aspetti organizzativi e progettuali; non avendo molto spesso i volontari, o chi li gestisce, un’ottica e una formazione in tal senso, questi aspetti vengono a torto sottovalutati.

Una progetto, che sia medio, piccolo o anche infinitesimale ha sempre e comunque bisogno di una sua progettazione temporale, per evitare di disperdere le forze e per aver chiaro in mente come e quando un certo sforzo si renderà necessario; lo stesso discorso vale per gli aspetti organizzativi, che debbono necessariamente essere preparati e mai improvvisati.

Questi due aspetti sono fortemente legati e dovrebbero far parte del bagaglio personale del presidente e/o di altre figure chiave dell’associazione.

Non c’è niente di peggio infatti, e chi scrive (come d’altronde molti di voi che leggete) l’ha vissuto in prima persona, che voler fare qualcosa di importante del proprio tempo libero tramite il volontariato ma trovarsi frustrati da associazioni inconcludenti, non bene organizzate o che non hanno idea di cosa fare per arrivare al risultato voluto.

Noi assicuriamo, in formula programmatica tramite la consulenza e in formula diretta tramite l’assistenza, una progettualità seria, efficace, mirata agli obiettivi dell’associazione e calibrata sulle forze reali dei volontari. Tramite la tramite l’assistenza e la formazione provvediamo inoltre a mantenere un buono standard organizzativo, per evitare di sprecare sforzi e risorse.

Share on Facebook

I commenti sono chiusi